La Liguria è nota per le immagini di straordinarie città costiere che vantano di un mare e di spiagge meravigliose.

In questa guida scoprirai le 4 città costiere della Liguria che racchiudono un fascino, una tradizione e una gastronomia eccezionali.

Abbiamo esplorato queste città una ad una e ne abbiamo carpito i segreti .

Sei pronto? Si comincia

Bordighera, considerata la “Regina delle palme”, è caratterizzata dalla presenza di ville con grandi parchi, giardini bellissimi e costruzioni signorili che la rendono una città di aspetto molto elegante e meritevole di una visita. Da non perdere è la “città vecchia”, attraversata da una fitta rete di vicoli e piazzette classiche, ha mantenuto intatto il suo fascino di piccolo borgo fortificato.

Secondo la leggenda, un eremita  di nome Ampelio, portò in dono noccioli di dattero, Bordighera diventò così la “Regina delle palme”. Ampelio visse in una grotta tra gli scogli, sulla quale fu edificata una piccola chiesa, la chiesa di Sant’Ampelio.

Bordighera è rinomata e ricordata per il suo splendido Lungomare pedonale progettato agli inizi del secolo dall’architetto Winter: grazie a questa Promenade senza tempo, potete godervi il fresco all’ombra delle areucarie secolari o godervi il relax delle spiagge assolate.

Bordighera offre aree naturali come: il giardino esotico Pallanca, il sentiero del Beodo e il Marabutto.

E’ possibile inoltre visitare la chiesetta di Sant’Ampelio, simbolo della città, e il Museo Biblioteca Clarence Bicknell.

A Bordighera è possibile degustare i vari piatti tipici: 

  • il “Cappon Magro”
  •  il “Brandacujun”
  •  la Sardenaira (la famosa pizza ligure),
  •  i barbagiuai
  • il coniglio e i ravioli di borragine.

Sui famosi scogli di Sant’Ampelio, è possibile assistere ai fuochi d’artificio ogni anno il 14 maggio, in occasione della festa del patrono. 

La città offre inoltre, tutto l’anno, eventi al chiuso e all’aperto. 

Ospedaletti è un’ accogliente località turistica con vari primati, dal primo Casinò d’Italia al primo mercato dei Fiori d’Italia. Offre agli abitanti e turisti un clima mite e gradevole, permettendo loro varie attività sportive all’aperto.

Secondo la leggenda, il nome “Ospedaletti”, fu ideato dall’hospitale fondato nel XIV secolo dai Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme per accogliere i pellegrini. 

La storia di Ospedaletti è fatta di turismo e floricoltura.

Ospedaletti è un’ottima destinazione per i turisti che vogliono rilassarsi in spiaggia e svolgere camminate o andare in bicicletta sulla famosa ciclabile collegata a Sanremo. 

Inoltre è possibile inoltre visitare il Circuito, l’autodromo ospedalettese che venne omologato per il suo Gran Premio Internazionale di Formula 1.

La città offre tutto l’anno eventi nelle vie, nelle piazze del centro e in spazi chiusi. 

Vallecrosia è una moderna città costiera con un centro storico medievale più interno. Offre agli abitanti e ai turisti un clima mite di cui beneficia tutto l’anno, ideale per le persone che vogliono passeggiare sul lungomare

Le invasioni saracene spinsero la popolazione di Vallecrosia a popolare l’entroterra, così nacque Vallecrosia Alta. 

Vallecrosia ha un centro storico ricco di chiese antiche, torri saracene e case-torri che testimoniano un passato medievale. 

A Vallecrosia ha sede e si può visitare l’originale “Museo della canzone italiana e della riproduzione sonora nel tempo”.

A Vallecrosia è possibile degustare vari piatti tipici:

  •  il “Ciuppin”, una zuppa a base di pesce e pane
  • le lasagne al pesto
  •  la minestra di ceci
  •  le sardine ripiene
  • i pomodori secchi
  • il “Paciugo”, il gelato tipico ligure.

Vallecrosia è nota come “Città della famiglia” e organizza feste dedicate alle famiglie sia sul lungomare che nel borgo antico. 

Ventimiglia è la città di confine con un bellissimo panorama verso la Francia, la città dei gioielli naturalistici, la città dei tesori che raccontano della sua storia. Ventimiglia mostra il suo lato medievale nel centro storico, da non perdere.

La storia di Ventimiglia è molto antica, ne testimoniano i graffiti delle grotte dei Balzi Rossi e i reperti raccolti nel vicino museo preistorico. 

I primi insediamenti, i castellari, trovarono il loro punto di riferimento nel nucleo abitativo sorto tra il Roja e il Nervia detto Album Intimilium. La popolazione per sfuggire alle invasioni barbariche, trovò riparo sull’altura del Cavo, dove si sviluppò il nucleo medievale di Vintimilium.

Sul promontorio della Mortola, appaiono i Giardini Botanici Hanbury, affacciati sul mare, casa di piante di ogni specie tra le più belle al mondo.

E’ possibile visitare il museo preistorico dei Balzi Rossi che racconta la storia di Ventimiglia, e i resti del teatro romano e delle terme “Antiquarium”.

Ventimiglia Alta possiede otto porte, retaggio dell’antica cinta muraria, entrando nel centro storico si trova la Cattedrale di Santa Maria Assunta, splendido esempio di architettura romanica e pregotica e la Chiesa di San Michele. 

A picco sul mare, edificato sui resti di un convento, c’è il Forte dell’Annunziata con il museo “Mar”.

A Ventimiglia si deve assaggiare:

  •  la “Pisciadela”, la pizza condita con pomodoro, olive e aglio.
  •  la “cima”, una tasca di carne di vitello ripiena di verdura e uovo, servita con la salsa verde. 

e i dolci tipici:

  •  la “cubaida”
  •  la “castagnola”. 

Da non perdere è l’Agosto Medievale, rievocazione storica ambientata a Ventimiglia Alta, la Notte Bianca, Dal Tramonto all’Alba e i festeggiamenti di San Secondo.

Conclusione

Eccoci alla fine di questa guida delle 4 migliori città costiere della Liguria assolutamente da non perdere per una vacanza indimenticabile.

Grazie a queste informazioni ora saprai quali città visitare durante il soggiorno in Liguria e cosa ognuno di essi ha da offrirti.

Queste perle del nostro territorio offrono infinite possibilità per i viaggiatori che desiderano godersi una vacanza al mare in completo relax.

Cosa aspetti a visitarli tutti?

Leave a Reply